We’re Back!

06/10/2014 § 2 commenti

Were-Back

Scusate non volevamo farvi aspettare così tanto ma siamo tornati! Da oggi si continua con recensioni, consigli musicali e tanto altro.

Hank.

Blonde Redhead – No More Honey (from new album “Barragán”, 2014)

12/06/2014 § Lascia un commento

Blonde Redhead – No More Honey

Il nuovo album uscirà ufficialmente il 2 settembre via Kobalt. Si intitola Barragán e “No More Honey” è il primo singolo estratto.

Buon ascolto!

Pending Lips Festival 2014: 5 Giugno Cloud Nothings Live @ Carroponte

31/05/2014 § Lascia un commento


PENDING LIPS FESTIVAL 2014

Pending lips festivalGiovedì 05 Giugno 2014
ore 21.00 – Carroponte – Via Granelli (Sesto S.G.)

INGRESSO GRATUITO

Dopo il successo delle serate del concorso destinato alle band emergenti al Maglio, il Pending Lips Festival indossa l’abito da sera per fare la sua seconda comparsa nella prestigiosa cornice del Carroponte, e lo fa portando una delle band più in vista del panorama internazionale: i Cloud Nothings.

CLOUD NOTHINGS (USA)
(Wichita/Cooperative)

La band indie rock di Cleveland arriva in Italia per tre date a giugno per presentare il nuovo attesissimo album Here And Nowhere Else, una delle quali sarà il Pending Lips Festival.
Dicono di loro…
"We’ve heard the album, btw, and it’s even better than 2012’s brilliant Attack on Memory, FACT*". The Guardian
Reduce dal trionfo dell’album del 2012 Attack On Memory, la band indie rock di Cleveland, guidata dal cantante Dylan Baldi, arriva in Italia a giugno per presentare il nuovo attesissimo album Here And Nowhere Else,in uscita il 1 aprile per Wichita/Cooperative ed anticipato dai singoli I’m Not A Part Of Me e dal nuovissimo (diffuso ieri) Psychic Trauma già acclamato dal The Guardian.
Here and nowhere else, il quarto album della band formata da Baldi (voce e chitarra), Jayson Gerycz (batteria) e TJ Duke’s (basso), è composto da otto tracce, nate durante il lungo tour di Attack on memory (2012). 18 mesi in giro per il mondo in cui Baldi ha approfittato di ogni momento libero per scrivere i nuovi pezzi.
L’album è stato poi registrato negli studi Water Music a Hoboken, New Jersey, con il noto produttore John Congleton (già al lavoro Swans, Modest Mouse,David Byrne e mille altri gruppi) e poi mixato a Dallas. Il Risultato è un lavoro più omogeneo, rifinito, melodico ma graffiante e tesissimo in ogni dettaglio. Otto tracce di nervoso guitar rock, cosa sempre più rara, che catturano pian piano svelando inediti elementi ad ogni nuovo ascolto.

DONNIE LYBRA (ITA)
(Costello’s)
I Donnie Lybra sono una delle band del roster Costello’s che sta destando più interesse tra gli addetti ai lavori. Il loro sound è lo specchio delle tante influenze dei componenti, dalla new wave al post-rock, passando per l’emo anni ’90.

RUMOR (ITA)
(Costello’s)
I Rumor sono la band vittoriosa del concorso Pending Lips di quest’anno. Giovanissimo power trio con più di cento date e già un tour in Irlanda alle spalle, portano il loro indie-rock dalla forte indole FM sul palco del Carroponte.

Link evento ufficiale: https://www.facebook.com/events/254241594762007

Musica dopo vent’anni : Anno 1994

20/02/2014 § Lascia un commento

1994 – Vent’anni dopo in un continuo revival.

L’annata 1994 è stata generalmente caratterizzata da un clima eccezionalmente
siccitoso e da alte temperature nei mesi di luglio ed agosto (www.consorziovalpolicella.it).

Ho chiesto a chi mi segue, su Facebook e su Tumblr, quanti anni avessero nel 1994: dal primo social solo nebbia, troppo pigri per rispondere a una domanda simile, mentre dal secondo abbiamo un numero significativo di risposte, tra messaggi privati e quelli diretti al post.

I risultati? Eccoli (clicca sulla foto per vederli):

grafico età 1994

Certo, i più piccoli difficilmente potranno ricordare qualcosa di allora; io avevo dodici anni e ho bene in mente il canale Videomusic, emittente nata nel 1984, che solo due anni dopo, ovvero nel 1996, venne sostituita da Tmc2. Si ascoltava molto la radio, direi tantissimo, anche perché non c’era mica internet per come lo conosciamo ora, e le audiocassette giravano parecchio, sia a scuola che nelle varie compagnie.
Allora quali canzoni posso ricordare e riproporvi? Ho creato una playlist di canzoni, ispirandomi poi all’articolo uscito per Linkiesta dal titolo “Ommiodio, questa canzone ha già vent’anni?”.

La mia non vuole essere la versione più cool o quella più di nicchia, ma chiaramente in articoli come quello le mancanze ci saranno sempre, volenti o nolenti. Anche in questo mio tentativo mancheranno tante cose, penso a Ben Harper con ‘Welcome To The Cruel World’ ma anche al debutto dei dEUS con ‘Worst Case Scenario’. Tanti piangeranno per l’esclusione, sofferta, di canzoni dei Pearl Jam, che uscirono con ‘Vitalogy’, e di Elliott Smith, che pubblicò ‘Roman Candle’; a qualcuno non andrà giu, invece, che non abbia inserito qualcosa del primo disco dei Dave Matthews Band, mentre altri avrebbero voluto sentire una canzone dei primissimi Weezer, ma son sicuro che non tutti si ricorderanno dei Noir Desire pre ‘Le Vent Nous Portera’, giusto? In Italia posso tranquillamente, e felicemente, non inserire ‘T’appartengo’ di Ambra così come ‘E poi’ di Giorgia, mi dispiace invece per ‘I soliti Accordi’ di Jannacci e il primo Cesare Basile con l’album ‘La Pelle’.

Potrei andare avanti all’infinito con l’elenco, così come potrei criticare quelli de Linkiesta per non essersi sforzati troppo, ma la stessa critica potrebbe essere girata, in modo assai simile, anche alla mia playlist. per cui li ringrazio solamente per avermi riportato un po’ di revival anni ’90; nel bene e nel male.

Nel bene e nel male, sì, come il titolo della mia Playlist che potete ascoltarvi QUI o cliccando sul Play qui sotto. Buon ritorno nel 1994. Sì, sono già passati 20 anni.

p.s.: rilassatevi e godetevi questo sano e sincero revival.

Hank

Addio a Lou Reed: Ci lascia a 71 anni.

27/10/2013 § 2 commenti

Umberto Maria Giardini “Ognuno Di Noi E’ Un Po’ Anticristo” Anteprima Streaming (Rockit)

02/09/2013 § Lascia un commento


umberto maria giardini ognuno di noi è un po' anticristoE’ da oggi disponibile in esclusiva, sul sito di Rockit, l’anteprima streaming del nuovo Ep di Umberto Maria Giardini "Ognuno Di Noi E’ Un Po’ Anticristo", in uscita il 20 Settembre 2013 su Woodworm (Dist.Audioglobe/The Orchard).

Sulla scia dell’onda del fortunato album di esordio pubblicato a Ottobre 2012, dal titolo "La dieta dell’imperatrice" (La Tempesta Dischi/Woodworm/Audioglobe), Umberto Maria Giardini inaugura la nuova stagione con un nuovo omaggio per i suoi numerosi fan, che tanto calore gli hanno tributato in occasione dei molti concerti che lo hanno visto protagonista
nello scorso anno.

"Ognuno Di Noi E’ Un Po’ Anticristo", questo il titolo emblematico ed evocativo dell’EP, e’ tanto breve quanto efficace. Cinque traccie inedite, che lasciano intravedere ed anticipano quello che potrebbe essere il contenuto del prossimo album, la cui uscita è prevista per l’anno prossimo.

Un viaggio intriso di surrealismo rock in cui emerge prepotentemente la componente psichedelica, uno dei tratti distintivi della produzione dell’artista marchigiano, insieme all’eleganza decadente che avvolge pop, rock, hard rock e cantautorato, ingredienti che UMG rivisita con stile e personalità. Per tutti coloro che hanno ancora voglia di scoprire canzoni squisitamente accessibili ma mai banali.

Ecco le prime date del nuovo tour:
20.09.13 Vicenza – Centro Stabile di Cultura
21.09.13 Firenze – Viper
22.09.13 Modena – Modena Beat
27.09.13 Savona – Raindogs
28.09.13 Cerano (No) -Auditorium
25.10.13 Modena – Kalinka
05.12.13 Bologna – Locomotiv
14.12.13 Bari – Oasi San Martino

Download: Porter Chops Glasper @ rappcats.com

25/06/2013 § Lascia un commento

L’album di Denaun Porter: hip-hop strumentale  ispirato dal musicista jazz Robert Glasper.

Free download at Rappcats.com: PORTER CHOPS GLASPER

Proprio su Rappcats.com potete leggere tutto nei dettagli:

Porter Chops Glasper is the first in a series of instrumental albums planned from Grammy Award-winning artist Denaun Porter, the producer working as “Mr. Porter” for the likes of hip-hop’s Dr. Dre, Eminem, Kendrick Lamar, Busta Rhymes and Snoop Dogg, and worldwide icons like Burt Bacharach, Beyonce and Shakira.

The album is inspired by the music of fellow Grammy Award-winning jazz musician Robert Glasper. Porter explains, “Long story short, I am a fan of Robert Glasper. This project contains samples of music of his from the internet, official releases, and even live performances I saw on YouTube. Porter Chops is a representation of when, I feel, the business side of things interfere too much with my creative process.”

In other words, this project represents an emotional release for the Detroit bred admirer of the late J Dilla, who explains that the Detroit icon was most impressed when Porter, “too broke to buy all the records (Dilla) did, chopped up as many beats as I could make out of one.” He further explains: “The first time I got (Dilla’s) attention was because of the way I chopped a Minnie Ripperton sample. The sample was very familiar. It was actually the same sample that A Tribe Called Quest used for ‘Lyrics To Go’. He said, ‘Wow did you hear the way he chopped it!?’ That was an accomplishment for me because I got his attention and he’s the MASTER of chops to me.”

Freed from any commercial constraints, and able to indulge in the atmosphere and groove of a likeminded pacesetter, Porter turns Porter Chops into a celebration of the spirit and soul of music. Not hip-hop. But music, period. While his first love is hip-hop, and while this is clearly a hip-hop take on Glasper’s jazz, Porter Chops Glasper seems more about trying to focus a plethora of great ideas, about taking the most ready elements of a modern genius’ already full discography and making them as appealing to those who are already aware of Glasper’s celebrated fusion as to those whose concept of jazz starts and ends in their grandfather’s dusty record collection. The fact that Porter created this album – which also contains snippets of his forthcoming project Nine, and interludes of Porter himself speaking about the power of music – in nine days says a lot about what we should expect from his juggernaut in coming months. But it seems as if Porter Chops Glasper’s main aim was to replenish Porter’s tapped spiritual well. “I went back to the days of when I was just trying to be noticed, “ he states. “Lately in the industry, it’s been less about the music and more about business. I think those things can diminish the emotion and feeling behind the music. It gets lost.” We’re very lucky we have people like Mr. Porter to give us the gift of renewal, nestled within some damn-fine, banging music.

iammrporter.com
twitter.com/MrPorter2012
www.facebook.com/pages/Denaun

Buon Ascolto!

Netlabel? Ecco una lista che fa per voi!

10/06/2013 § Lascia un commento

 

Ecco una notevole lista che aiuta tutti coloro che vogliono pescare dalla rete, tramite le numerose netlabel, un po’ di musica:


Acts of Silence, a Creative Commons music review blog authored by David Nemeth

 

Netlabels

Siete Pronti? Ecco, andate QUI!

(Hank)
 

Fedele alla Linea: Il Documentario su G. Lindo Ferretti

08/05/2013 § Lascia un commento

 

Segnalazione del Documentario di Germano Maccioni dedicato a Giovanni Lindo FerrettiFedele alla Linea.

Articolo su Nerospinto.it (clicca sul link  sulla foto per leggere).

fedele alla linea il documentario

Andatelo a vedere!
 

Lisa Germano @ Circolo Arci Bellezza 06-04-2012

06/04/2013 § Lascia un commento


Oggi, 06 Aprile 2013, al Circolo Arci Bellezza (MI) V. Bellezza 16/A: Ore 22:00
10€ + Tessera Arci.

Lisa Germano Circolo Arci Bellezza 6 Aprile 2013 Milano"La straordinaria Lisa Germano (U.S.A.), una delle artiste contemporanee più influenti, prolifiche e appassionate degli ultimi 20 anni, arriva in Italia per presentare il suo ultimo album “No Elephants” uscito il 12 febbraio per la Badman Rceording co. Violinista e polistrumentista, cantautrice e collaboratrice di artisti come David Bowie, Yann Tiersen, Neil Finn, Sheryl Crow, Iggy Pop. No Elephants è stato prodotto, registrato e mixato da Jamie Candiloro presso i Banana Chicken Studios. Scritto e suonato da Lisa Germano, è un capolavoro di delicatezza. Come gli altri nove precedenti suoi album, anche No Elephants è costruito come un libro che va letto dall’inizio alla fine, richiede forse più tempo ed attenzione per essere amato e compreso ma ne vale senza dubbio la pena. Imperdibile".

INFO LINE: 3398543404
www.arcibellezza.it/circolo/lisa-germano

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria News su Velvetgoldzine.