Recensione Stoop – Somewhere

12/01/2013 § Lascia un commento


Recensione Stoop – Somewhere (Youthless Records, 2012)

Recensione Stoop SomewhereIl gruppo degli Stoop è formato da Carloenrico Pinna, Fabrizio Bertani, Diego Bertani, Marco Ponzi, Simone Benassi e Marco Parmiggiani; questi musicisti non sono dei novellini e i loro precedenti lavori, “Stoopid Monkeys in the House” del 2008 e “Freeze Frames” del 2010, acclamati da pubblico e dalla critica specializzata lo confermano.

Sono i dEUS italiani” dicevano in coro gli addetti del settore e ora che i ragazzi utilizzano in dose massicce, rispetto a prima, l’elettronica il paragone regge fino a un certo punto. Quindi elettronica e tastiere ma anche mandolini, pedal steel guitar e la tromba che ormai è anche un loro marchio di fabbrica. La forma canzone tanto amata quanto seguita nel primo periodo ne risente, come si evince dal loro comunicato, ma non così tanto da farla saltare.

Somewhere’ è raffinato, sapientemente arrangiato e interessante: l’iniziale ‘Green Dot’ è un semplice esempio di indietronica mentre ‘I’ve Got Time’ e ‘Antwerp’ spaziano con metodi  folktronici e delicati. ‘The Seed’ è stato scelto come singolo (c’è anche il video curato da Cesare Parmiggiani) ma non spicca come dovrebbe, mentre lo strumentale ‘Hang in There’ è perfetto come spartiacque jazzato. La ‘title-track’, tanto onirica quanto elettrica, ha molta potenzialità ed è orecchiabile al punto giusto: insomma, molto meglio del singolo scelto di cui sopra.

Il terzo disco è sempre un problema ma vedo con piacere che Carloenrico Pinna (produttore del disco, oltre che nome conosciuto per i lavori con Cristina Donà e Giardini di Mirò) con gli altri  ragazzi hanno scelto la strada migliore: una leggera sterzata elettronica con una grande capacità compositiva. Bel lavoro.

Tracklist:

01. Green Dot
02. Poison Like
03. I’ve Got Time
04. Antwerp
05. The Seeder
06. The Seed
07. Hang in There
08. Iceberg
09. Somewhere
10. Golden Box
11. Shake and Disaster

Sito Internet: www.stoop.it
Facebook Page: www.facebook.com/pages/STOOP
Casa Discografica: www.youthlessrecords.com

(Hank – Scritto per www.ondalternativa.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione Stoop – Somewhere su Velvetgoldzine.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: