Recensione Vinicio Capossela – Rebetiko Gymnastas

14/06/2012 § Lascia un commento


Recensione Vinicio Capossela – Rebetiko Gymnastas  (La Cupa, 2012)

Vinicio Capossela - Rebetiko GymnastasRebetiko Gymnastas è fresco di pubblicazione, uscito questo 12 giugno a distanza di un anno dall’ottimo Marinai, Profete e Balene (La Cupa/Warner, 2011) che ha portato il nostro Vinicio Capossela sulle coste della Grecia bagnate dal mar Ionio.

Spieghiamo per prima cosa il titolo dell’album: è un esercizio musicale (quindi da qui Gymastas) che parte dalla musica rebetika, oltre che dalla sua filosofia, nata nel mezzo del XIX e collegata con le canzoni dei prigionieri; si può trovare nelle taverne e nei posti non troppo sicuri, la si lega al blues, al fado e a tante altre tipologie dato che il termine raccoglie molteplici sfumature. Come afferma Capossela stesso il termine riguarda un’idendità culturale oltre che una composizione sincera fatta da gente che non va in cerca di fama o di soldi. Questo disco, così come il discorso che c’è dietro, sarebbe piaciuto molto anche alla famiglia Lomax, sicuramente.

Otto sono i brani presi dal repertorio storico di Capossela e rivisitati nello stile rebetiko: "Gymnastika" (in russo l’originale di Vladimir Vitsosky), "Contrada Chiavicone" (da Il Ballo di S. Vito), "Con una rosa" (da Canzoni a Manovella), "Non è l’amore che va via" (da Camera a Sud), "Contratto per Karelias" (da Canzoni a Manovella), "Corre il soldato" (da Canzoni a Manovella), "Signora Luna" (da Canzoni a Manovella), "Morna" (da Il Ballo di S. Vito) e "Scivola Via" (da All’una e 35 circa). Per un’opera simile il nostro cantastorie si è servito di musicisti greci e di ospiti di tutto rispetto: Kaiti Ntali (voce), Manolis Pappos (bouzouki), Vassili Massalas (baglama), Ntinos Chatziiordanou (fisarmonica) , Socratis Ganiaris (percussioni), Marc Ribot (chitarre) Mauro Pagani (violino) e Ricardo Pereira (alla mitica chitarra portuguesa). Una trasformazione sonora riuscita a pieni voti.

Prima di parlare degli inediti (sempre in rebetiko style) voglio sottolineare che c’è una versione ellenica di "Come Prima" di Tony Dallara, come per ribadire il continuo scambio culturale tra l’Italia e la Grecia. "Abbandonato" è la prima canzone nuova, oltre che l’apripista, una libera e barcollante interpretazione in lingua di un brano di Atahualpa Yupanqui, seguita da "Rebetiko Mou" che è il fulcro della filosofia intera del disco. "Misirlou" (chi non l’ha sentita in Pulp Fiction con la chitarra elettrica?) e “Cancion de las simples cosas” (versione italiana, cantata anche da Mercedes Sosa e Chavel Vargas) chiudono i quattro inediti con delle note conosciute ma molto valide.

Vinicio Capossela è un cappello a cilindro pieno di idee e di novità, di cose antiche e di storie e che come sempre non sbaglia un colpo anche con un disco pieno di bouzouki; forse "Rebetiko Gymnastas" è meno sognatore  del precedente ma conferma una classe che sembra non arrestarsi mai.

P.S. : Come dice il comunicato: il disegno di copertina è stato realizzato dal grande disegnatore francese David Prudhomme, autore di “Rebetiko. L’erba cattiva” (Coconino Press). Il booklet contiene i testi tradotti in greco ed esercizi ginnici per quanti volessero impratichirsi.

Tracklist:

01. Abbandonato
02. Rebetiko Mou
03. Gymnastika
04. Misirlou
05. Contrada Chiavicone
06. Con Una Rosa
07. Non E’ L’Amore Che Va Via
08. Contratto Per Karelias
09. Corre Il Soldato
10. Signora Luna
11. Morna
12. Cancion De Las Simples Cosas
13. Scivola Vai Via

Sito Internet: viniciocapossela.it
Facebook: www.facebook.com/viniciocapossela

(Hank – Recensione su Eyeonmusica)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Recensione Vinicio Capossela – Rebetiko Gymnastas su Velvetgoldzine.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: