Live Report: LOW – Magazzini Generali 28.11.2011 Milano

12/12/2011 § Lascia un commento

Live Report Low,
Magazzini Generali,
Milano, 28/11/11 


Low - Live Report Magazzini Generali Milano - 28.11.2011Serata colma di eventi a Milano: Smashing Pumpkins, Noel Gallagher e Low! Live importanti e per gusti, se non differenti, vari. Notevole, quindi, essere ai Magazzini Generali di Milano con parecchie persone ad assistere ai Low; sotto al palco la gente si ammassa ancora prima del soundceck generale, davanti al bar le persone strabuzzano gli occhi per il costo di un drink o di una bottiglietta d’acqua. Oltre ai prezzi assurdi, non avrei scelto questa ex-discoteca per altri mille motivi, il primo tra tutti è l’acustica. Gli Emily Play, gli apripista pavesi con il nome che richiama i Pink Floyd, soffrono un po’ di questa pecca, il suono arriva ma non è perfetto; buona la loro prova sul palco, emozionati, ma carichi di voglia di fare. Un richiamo, anche per la voce femminile di Sara Poma, a Pj Harvey, Shannon Wright ed in generale ad un mix di folk, pop e rock classico. Ricordo che, dopo un primo Ep per 42Records, hanno registrato il primo album, di debutto, dal titolo I Had A Heart That Loved You So Much per Dischi soviet.

Arrivano i Low, le luci sono dense, blu e rispecchiano bene l’anima ed il sound del gruppo; il pubblico rimane in bilico tra il silenzio rispettoso ed il solito scroscio di applausi, con fischi annessi, mentre il gruppo non parla. Suona. Si inizia con un trittico che può essere definito triste, nostalgico e quasi spiazzante se pensiamo che è l’unica data in Italia per presentare l’album: "Lazy", "Lullaby" e "Try to sleep". Un inizio che è la chiusura del cerchio, partendo dalla staffetta, uno due, pescata direttamente dal loro primo album "I Could Live in Hope" del ’94, per poi prendere la prima canzone dell’ultimo lavoro. Un ventennio nelle prime tre esecuzioni, nostalgia, intensità ed emozione, forse qualche rimpianto per chi preferiva un brano rispetto ad un altro.

Alan Sparhawk (voce e chitarra), la moglie Mimi Parker (voce e percussioni) e il bassista Steve Garrington, sono concentrati, quasi pensierosi; il pubblico è sommerso da delay e da suoni onirici ed eterei, oltre ad essere un po’ perplessi dalla prima frase di Alan: "Io mi ricordo di ognuno di voi, prima ancora che cominciassimo a parlare". Arriva la rumorosa e pulsante "Violent Past", "You See Everything" e "Witches" (sempre da "C’mon") per poi arrivare a "Monkey", pezzo che scalda i fan per tutta la sua durata. Pochi gruppi sono come i Low, definirli slow-core è riduttivo, forse troppo semplice da dire, ma basta starsene in piedi con una birra in mano (magari non quella che distribuivano nel bar) ad ascoltare "Majestic/Magic" per capire tutto, per comprenderli. Non importa se, dopo la solita finta conclusione della serata, i tre tornano sul palco e si prendono un po’ di tempo per accordare la chitarra, e dilungarsi nell’intro, perchè eravamo li ad aspettare, soddisfatti dalla scaletta. Il bis è affidato a "Sunflower", titolo azzeccatissimo anche per come è stata suonata, e "Laser Beam" profonda e quasi solenne se si può definire così. A fine serata, la gente ha il sorriso stampato sul volto, anche se deve uscire come se fossero delle bestie in stalla.

Setlist (un’ora e mezza circa):

Lazy
Lullaby
Try to sleep
Violent past
I see everything
Monkey
Witches
Especially me

Done
On the edge of
Murderer
Last snowstorm of the year
Majesty/Magic
Breaker
Nothing but heart

Bis:
Sunflower
Laser beam

(Hank – Scritto per www.ondalternativa.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Live Report: LOW – Magazzini Generali 28.11.2011 Milano su Velvetgoldzine.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: