Neverland Festival 2011 @ Blomm di Mezzago (MB)

02/05/2011 § Lascia un commento

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”,”serif”;}

 

Neverland Festival 2011 @ Bloom di Mezzago (MB)Riassuntino semi serio di Neverland Festival 2011 @ Bloom – Mezzago (MB)

(Dj Set e Reading a parte – non ho ancora il dono dell’ubiquità ).





          Il Garage Ermetico: Niente fumetti o libri in questo caso, solo una manciata di canzoni oneste per questo gruppo proveniente dalla bergamasca (cantautorato rock di questi cazzo di anni zero e voce così, così) ; un applauso al bassista, lo dicevamo, lo acclamavano. Siamo solo all’inizio, snobbando Manuel degli Stardog, e ci sono più amici/parenti che pubblico.

          Dopo un po’ di relax, chiacchiere e qualche birra, assistiamo al live convincente di Denise (con un soundcheck infinito, giusto per poterci dare una rinfrescata tutti quanti). “Belle and Sebastian e Beach House”, così ci viene da di dire a brucia pelo, ma la distribuzione delle maschere di carnevale nella canzone finale è tutta farina del loro sacco.

          Riusciamo anche, tra il lusco e il brusco, ad assistere ai Baby Blue (andateveli a sentire); il loro sound rapisce anche se il punto d’ascolto è il temuto cesso del Bloom; grande personalità sul palco per la cantante, provocante e sensuale pur avendo i capelli appiccicati sul volto.

          Giancarlo Onorato, è il suo momento: all’inizio nessuno ci crede ma appena imbraccia la chitarra che, difficilmente, suona in piedi (segreto svelato tanto per rompere il ghiaccio) la musica cambia. I suoi pezzi, durante il live, vengono introdotti e spiegati (a volte in modo un po’ troppo ermetico) magistralmente dal nostro Nick Cave “pesantino” della brianza. Tutti noi, in conclusione, con stretta di mano possiamo ben dire: Onorato!

          Iosonouncane è un grande, un capobanda, un intrattenitore politicizzato senza eguali. Gli compro anche il disco, perchè apprezzo ma anche perchè voglio sentire il brano di apertura originale quando dice “Juve Merda” (cambiato in occasione della vittoria con il Cesena in “Inter Merda”). Lorenzo, per questa volta, è stato graziato.

          Scendiamo a prendere un po’ d’aria e dopo qualche difficoltà per rientrare (ora il Bloom è davvero stracolmo di gente, la caldazza inizia a farsi sentire) assistiamo ai Pan del Diavolo Band. Loro ce la fanno, sono degli animali da palco ed il pubblico non aspettava altro. Da Palermo con rock’n’roll & folk nelle vene, i ragazzi fanno muovere le chiappe a tutti. Meglio loro degli Zen Circus.

          Zen Circus: meglio un panino con salamella e una porzione di patatine, basta… stufano e non sono niente di che.

Ci prendiamo un caffè.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Neverland Festival 2011 @ Blomm di Mezzago (MB) su Velvetgoldzine.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: