Lebowski – The Best Love Songs Of The Love For The Songs And The Best

06/03/2009 § Lascia un commento

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Times New Roman”,”serif”;
mso-ascii-font-family:”Times New Roman”;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:”Times New Roman”;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;
mso-fareast-language:EN-US;}

 

Lebowski – The Best Songs Of The Love For The Songs and The Best (Valolare Records/Bloody Sound Fucktory/Stonature Records/Lemming Records)

Lebowski - The best love songs of the love for the songs and the bestVi ricordate del film dei fratelli Coen? Delle avventure assurde di Drugo? Perfetto! Non siamo in America ma, più precisamente, nella provincia anconetana ed i Lebowski (Simone Re, Marco Mancini, Riccardo Latini e Riccardo Franconi) ci deliziano con le loro storielle in meno di mezz’ora.

Il cantato è in Italiano, ma potrebbero fare tranquillamente il salto di qualità verso l’inglese, sfruttano tutta la loro capacità per il non-sense e per un ironia spiccia; il suono deve molto a gruppi come R.U.N.I. e Tre Allegri Ragazzi Morti, così come ai Devo, uscendo dalla penisola italica.

Casa Comenji” ed il suo ritmo coinvolgente (Giulio Favero al Mixer è di grande aiuto) non poteva che essere un inizio coi controfiocchi; “Bertò 131” racconta la storia di un ragazzo a cui gliene capitano di tutti i colori, il tutto in salsa extraterreste; “St-n-n-n” non ha nulla di serio ed il testo è d’ascoltare attentamente, tra spasmi rockeggianti;  la più elettronica “Church Of Funz!” narra di un rapporto omosessuale con il barista del Circolo Arci, luogo di culto per il protagonista.

Zuber Buller  che si apre con il Kazoo, testo recitato sia in italiano che in inglese contemporaneamente, e la fiaba/ballade declamata di “Didier e il suo Cesto di Droga”, devono molto ai Massimo Volume; una piacevolissima scoperta che, ora, chiede di essere riconfermata prestissimo.

Tracklist:

1.      Casa Comenji

2.      Bertò 131

3.      St-n-n-n

4.      Church Of Fonz!

5.      Zuber Buller

6.      Alberigo Evaniscente

7.      Didier e il Suo Cesto di Droga

MySpace Lebowski: www.myspace.com/lebowskiband

Valvolare Records: www.myspace.com/valvolare

Bloody Sound Fucktory: www.myspace.com/bloodysound

Stonature Records: www.myspace.com/stonature

Lemmings Records: www.myspace.com/lemmings

 

(Hank)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Lebowski – The Best Love Songs Of The Love For The Songs And The Best su Velvetgoldzine.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: