Il secondo Reflue

03/10/2006 § Lascia un commento

Reflue – A Collective Dream (Shyrec, 2006)

 

Reflue - A Collective DreamIl gruppo nasce nel 1997 ma è solo nel 2002 che, con il loro primo album "Slo-mo", hanno i primi consensi positivi (Il Mucchio Selvaggio lo inserisce tra i migliori dischi dell’anno), arrivando a suonare all’ Heineken Jammin’ Festival ed a Frequenze Disturbate.

 

Presentati come un mix tra Neil Young ed i Matmos con influenze indie-rock, ho subito pensato al peggio, lo ammetto, ma queste dodici canzoni sono riuscite a parlare da sole, senza l’ausilio di paragoni pesanti. I ragazzi passano dal pop a canzoni lievemente più funky, tra innesti di elettronica ("Zimmer") ed un basso che continua a pulsare ("Singing the Blues" tra le migliori).

 

Non posso dimenticare che, tra semplici trovate pop luccicose (stile Pinback come "Good News From the Sun") ed una psichedelia annunciata, c’è un tocco jazz/blues che non guasta affatto (nella title track per esempio) e ballate sussurrate ("Stay" e "Confession of a Ghost") anche se lievemente elettriche.

 

Un qualcosa di semplice e di delicato, con i suoi alti e bassi, che ci ricorda del cambio di stagione: benvenuto autunno e bravi Reflue!

 

Sito Internet: www.reflue.it

Casa Discografica: www.shyrec.com

MP3: 30 sec d’ascolto per ogni brano, nel loro sito.

 

 

(Hank)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il secondo Reflue su Velvetgoldzine.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: